Fabi Silvestri Gazzè, il padrone della festa è l’entusiasmo

Tre amici, due decenni di musica e un viaggio. Pochi bagagli, nessuna pretesa, qualche chitarra e una buona idea. E l’Africa, inconsapevole e inconsapevolmente, diventa “un posto giusto da raggiungere” e da cui partire. L’Africa diventa “Life is sweet”, la prima storia de “Il padrone della festa”, il primo souvenir […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Gerardina Trovato, tutte le notti aspetto ancora una stella cadente

Ho conosciuto Gerardina Trovato che ero appena un bambino. All’età di sei anni, ho comprato il mio primo album: era il 1997 e si trattava di  “Il sole dentro“, il quarto della sua carriera. Non sapevo ancora leggere, né scrivere, ma conoscevo già a memoria tutti i testi delle sue canzoni. […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Nessuno si salva da solo, un amore che pretende di finire

Nessuno si salva da solo racconta la storia di Gaetano e Delia, il complesso tragitto di due anime irrisolte e delicate che imparano a incastrarsi come possono. E -senza pretendere di riuscirci- restano incollati come i poli opposti di due magneti. Sono le differenze più evidenti a mischiare i loro […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Amara e Giovanni Caccamo, i (miei) due vincitori di Sanremo

Ho aspettato un po’ prima di parlare di Amara e Giovanni Caccamo. Ho aspettato di poterli ascoltare a pochi metri di distanza, di poter guardare i loro occhi e l’espressione del viso di fronte alla loro storia, che iniziava ad appartenere ad altra gente, gente sconosciuta che –di loro- non […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

L’eleganza naif di Malika Ayane

Se qualcuno mi avesse raccontato il nuovo album di Malika Ayane, Naif, senza farmelo ascoltare, avrei pensato ad un ingenuo tentativo di risultare credibile, proponendo grovigli di contraddizioni e buone intenzioni mal amalgamate. E mi sarei spiegato il suo titolo, che avrei percepito come una giustificazione ad un progetto che […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

La Tatangelo libera Anna (che si scopre felice)

“Oggi mi sento finalmente una donna libera (…) Sentirsi liberi significa stare bene”, così scrive Anna, quando ringrazia chi le è stato accanto durante la realizzazione del suo nuovo album, “Libera”, appunto, che non è solo una canzone, un titolo o un’intenzione. È –piuttosto- un manifesto, un monito, un traguardo […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Sanremo 2015, la seconda serata

Ieri sera è andata in onda la seconda serata del Festival. Ed è stata un successo, in termini d’ascolti. Un po’ meno brillanti, invece, i brani in gara. E se Rocìo Munoz Morales ha avuto finalmente la possibilità di esprimersi (artisticamente, s’intende; perché -per il resto- aveva già espresso il suo italiano […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Sanremo 2015, la prima serata

Sanremo è iniziato. Senza colpi di scena clamorosi e senza disastrosi momenti flop. Un Festival garbato e senza sbavature, tradizionale e impostato, a metà strada tra i fasti di Baudo e il poco eclettico andamento di una puntata de “I migliori anni”, in cui s’incontrano, senza scontrarsi, il vecchio e […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Tutte le parole del Festival di Sanremo 2015

Mancano pochi giorni all’inizio della sessantacinquesima edizione del Festival di Sanremo. Venti i big in gara, venti anche le canzoni (si torna alla formula tradizionale e ogni artista interpreta un solo brano), poco meno gli autori che firmano i pezzi. Il grande protagonista, quest’anno, è Kekko (leader dei Modà), che […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Carmen Consoli, l’abitudine di rispettare la musica

Carmen Consoli è tornata e ha affermato: “L’ho fatto perché avevo qualcosa da dire; se non avessi avuto nulla da raccontare, sarei rimasta ancora in silenzio”. Ho letto questa frase, ho sorriso compiaciuto e ho pensato “solo un’artista di valore come lei può ancora vantare il lusso di saper rispettare […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Il grande sen(n)o di Selvaggia Lucarelli

A me, che nel 2015 si debba sottolineare che una bella donna possa essere anche intelligente, sembra agghiacciante. E anche un pizzico mortificante. Per la donna, in primo luogo; ma anche per chi pensa non sia possibile. Che abbia curve e cervello, dico. Che un seno florido possa convivere con […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Noemi e la rivoluzione che parte da Londra

Qualche settimana fa, Noemi l’aveva anticipato: “al Festival porterò due pezzi che di sanremese non hanno nulla”. E cosi è stato: con un look curato nel dettaglio e in perfetta sintonia con le nuove sonorità proposte, ha cantato “Un uomo è un albero” e l’ormai hit “Bagnati dal sole”. Coraggiosa […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Festival di Sanremo, era meglio prima?

Parto da una premessa: in Italia, tutto si risolve sempre con un confortante e statico “era meglio prima”. E, si sa, quando la tradizione si fa nostalgia e, qualche volta, persino rammarico, andare avanti diventa quasi un fatto inusuale e straordinario (nel senso di non ordinario). Il “nuovo” è costretto […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Sanremo 2014, il Festival dei testi (e degli autori)

Manca poco meno di una settimana alla sessantaquattresima edizione del Festival di Sanremo. E, come ogni anno, dietro a chi ci mette la faccia, c’è chi ci mette la firma; e, pur restando dietro le quinte, diventa protagonista senza riflettori, ma certamente con grandi responsabilità. È il caso di Elisa, […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email

Braccialetti rossi, la musica della speranza

Premessa necessaria, in questi tempi derelitti di proposte convincenti e saturi di dubbi giustificati: “Braccialetti rossi” racconta il dolore, ma nulla ha a che fare con la televisione del dolore. La sofferenza è un mezzo, un treno colorato e sorridente che viaggia su binari ondulatori, che somigliano ad un pentagramma […]

Share on FacebookShare on Twitter+1Share on TumblrShare via email